Aumento volumi produzione. Ottimizzazione processo


Scenario
Una dinamica e competitiva azienda alimentare italiana ha affrontato la possibilità di un significativo salto di qualità con un importante contratto di fornitura per la GDO, tale da raddoppiare la sua produzione annua.
È emersa la necessità di valutare lo stato attuale del processo manufatturiero in termini di volumi produttivi al fine di individuarne i “colli di bottiglia” e proporre adeguate soluzioni tecnico organizzative per poter gestire l’aumento delle unità richieste.

Attività PTM
PTM è intervenuta nelle attività di valutazione dello stato “as is” e nella successiva identificazione delle soluzioni “to be”, secondo un approccio strutturato per prendere una decisione razionale che permettesse di bilanciare in maniera ottimale tre direttrici principali:

• Soddisfacimento dei volumi richiesti
Costo di intervento e impatto sul costo dei prodotti
• Sostenibilità ambientale



Bisogni
Fornire base decisionale razionale per la crescita della struttura produttiva aziendale


Target

  • Raggiungimento dei volumi produttivi richiesti (+40% rispetto all’anno precedente)
  • Invarianza della marginalità dell’unità di prodotto
  • Aumento della sostenibilità ambientale


Obiettivi

  • Raddoppio della capacità produttiva disponibile
  • Riduzione dei costi
  • Riduzione dell’impatto ambientale sull’unità di prodotto


Risultati

  • Adeguamento impiantistico ed organizzativo tale da poter assorbire anche futuri aumenti dei volumi
  • Crescita del personale nell’acquisizione di metodologie di miglioramento dei processi con impatto sulla produttività e sostenibilità

Le principali fasi del progetto possono essere sintetizzate in:

STEP 1

analisi «as is»

raccogliere informazioni di natura quantitativa

Mappatura di processo

Per operare una fotografia accurata della configurazione produttiva “as is”, è stata eseguita una mappatura di processo all’interno della quale sono state raccolte le informazioni di prodotto (le specifiche concordate a capitolato degli ingredienti, del packaging e del prodotto finito) e di processo (produttività, resa, saturazione, numero operatori, regolazioni macchine), unitamente ai principali indicatori ambientali, misurati secondo standard internazionali riconosciuti.

STEP 2

soluzioni «to be»

per mitigare i rischi identificati nello step precedente

Proposte qualitative

Questa fotografia è stata impiegata in fase di simulazione, aumentando i volumi come richiesti dalla GDO.

Il primo risultato è stata l’identificazione chiara dei colli di bottiglia tali da non permettere di soddisfare i nuovi volumi richiesti. In funzione delle soluzioni impiantistiche e i vincoli organizzativi, sono state individuate 3 possibili soluzioni “to be” che pemettono il raggiungimento dei target desiderati.



Strumenti

  • Mappatura di processo, mediante software proprietario Cymapp®
  • Fogli di calcolo per simulazioni “as is” e “to be”