Formulazione in Quality by Design

Formulazione in Quality by Design
Scenario
Una primaria azienda farmaceutica ha deciso di aumentare la penetrazione di mercato per un prodotto ad uso orale già in commercio, attraverso una attività di taste-masking.

Attività PTM
PTM è intervenuta a supporto della riformulazione di prodotto tramite un approccio Quality by Design.

• Quality by Design (QbD)
• Integrated Quality Risk Management (IQRM)
• Design of Experiments (DoE)
• Matrici di correlazione


bisogni
Bisogni
Rinnovo di una forma di dosaggio solida ad uso orale per rendere il prodotto più gradevole al gusto (taste masking).

target
Target
• Safety del paziente
• Compliance regolatoria
• Impatti sul business

obiettivi
Obiettivi
• Produrre la nuova formulazione e ottimizzare il processo;
• Mantenere i costi di prodotto entro il target definito, assicurando qualità e safety;
• Mantenere la compliance regolatoria.

risultati
Risultati
• Creazione e ottimizzazione by design a partire dalle fasi iniziali del progetto;
• Incremento della conoscenza del processo e del prodotto;
• Eliminazione di un eccipiente con contenimento dei costi di prodotto;
• Ottimizzazione di processo per il riformulato.


DAL TPP AL QTPP

A partire dal TPP della formulazione esistente è stato redatto il QTPP della nuova formulazione nel quale sono stati evidenziati i CQAs di prodotto.

MATRICI DI CORRELAZIONE

Lo screening tramite matrici di correlazione ha permesso di identificare una formulazione target e una formulazione di back-up osservando non solo KPI di qualità, ma anche di business (e.g. CoG). Le formulazioni sono state valutate tramite:

  • studi di stabilità in condizioni ICH accelerate e long-term per 6 mesi,
  • studi di supporto.

La valutazione dei risultati ha permesso di confermare la formulazione target come la riformulazione ottimale.

ANALISI DEL PROCESSO

Al fine di valutare il comportamento della nuova formulazione nel processo produttivo è stato realizzato uno scale-down da impianto produttivo a piccolo impianto di laboratorio per valutarne la performance. La verifica della formulazione old sull’impianto di laboratorio ha permesso di identificare alcune interessanti criticità. Il processo produttivo è stato mappato grazie al software di knowlwdge management Cymapp® e, attraverso un’attività di Risk Analysis, è stato valutato per identificare le potenziali criticità.

OTTIMIZZAZIONE DEL PROCESSO TRAMITE DOE

Lo studio DoE ha permesso di concludere che uno degli eccipienti non influenza significativamente la scorrevolezza e le altre proprietà fisiche della miscela.
La sua presenza nella formulazione non è quindi necessaria consentendo un risparmio sui costi di produzione.
Il processo di granulazione ed il fornitore invece influenzano le proprietà fisiche ed in particolare la scorrevolezza.

 


strumenti
Strumenti
• Quality Target Product Profile
• Matrici di correlazione
• Mappatura Cymapp®
• Analisi del rischio (FMEA)
• DoE
risultati
Risultati

FORMULAZIONE:

• Design del nuovo prodotto: creazione e ottimizzazione by design a partire dalle fasi iniziali del progetto.
• Approccio in accordo alle linee guida di riferimento.
• Aumento delle informazioni sulla nuova formulazione e formalizzazione delle stesse in maniera strutturata.
• Decision-making process ottimizzato e formalizzato.
• Ottimizzazione dei tempi e massimizzazione delle informazioni con la globale riduzione dei costi di riformulazione.

PROCESSO:

• Incremento della conoscenza del processo e del prodotto.
• Eliminazione di uno degli eccipienti con contenimento dei costi del prodotto.
• Ottimizzare di processo per il riformulato.